Air Max ’97 e Petit Singe nella nuova compilation di Stoscha

Stoscha è un termine usato nella Svezia settentrionale per descrivere ragazze adolescenti, spesso con una connotazione dispregiativa, ed è il nome che la coppia di artiste Kristina Sundin  (FANPAGE) e Anna Hjalmarsson (Annawooh) hanno scelto per la loro neonata label/ collettivo artistico.

Dopo la compilation d’esordio Dille e l’ambizioso progetto audio/video Requiem, che vede la partecipazione di 17 artisti alla creazione di un’unica composizione nella quale i contributi musicali sono stati assemblati dalla produttrice rip ME e i visual da Madeleine Andersson, la nuova release di questa label nata a cavallo fra Malmö e Francoforte è la compilation Klink, release prevista per il 25 Luglio.

Klink è un suono onomatopeico, quello di due oggetti metallici che si scontrano fra loro, o di un coltello che percuote un bicchiere di vetro durante una cena in cerca di attenzione. E sicuramente l’attenzione dell’ascoltatore viene catturata da questo eterogeneo amalgama di tracce che, nonostante le differenze, formano una sorta di coerente narrativa fra loro, come una storia che si dispiega davanti a chi ascolta. Kink esplora la dimensione verticale del suono, descrive uno spazio, alternando momenti più ambient (Axel Willner – Första Verkligheten) ad altri più ballabili (Host Stewart – Noordwal (Lil Lyfe), Guenter Råler – Fire Ritual).

Animate da un gusto per il rischio e la sperimentazione, Sundin e Hjalmarsson hanno il merito di riuscire a conservare una certa ironia nonostante l’approccio fortemente concettuale della loro label. Ed ecco quindi la sciamanica traccia di apertura di Petit Singe e l’astratto sound design di Air Max’97 trovare posto accanto alla surreale closing track Five Vibration Intensities and Five Vibration Rhythms Give Diverse Pleasures, ovvero esattamente quello che avete intuito: 10 minuti di registrazione del rumore di cinque sex toys che vibrano uno contro l’altro.

D’altronde, come dice Sundin stessa, “what’s the fun of doing things if you not gonna hack it and flip it over?”. #enjoythebar