“The Smoky Vibes”, ecco il nuovo various artists di Kindly Rewind Records

Kindly Rewind è un’etichetta italiana focalizzata su sonorità lo-fi / beat / hip hop. Fin qui niente di nuovo, non fosse che fin dalla sua prima release l’etichetta creata e gestita, tra gli altri, da DayKoda (talentino di casa Beat Machine Records passato da queste parti in occasione della pubblicazione del debut “Hard Times and View Points”) ha fin da subito dimostrato una propensione -tutt’altro che nostrana- alla collaborazione con realtà discografiche ed artisti provenienti dai quattro angoli del pianeta. Cosa, peraltro, che denota una passione per la ricerca del Bello tutt’altro che normale in una scena come quella italiana, ricolma di talenti senz’ombra di dubbio, ma alle volte fin troppo autoreferenziale e chiusa in sé stessa.

Perchè oggi vi parliamo di Kindly Rewind? Perché dopo avervi presentato il primo passo firmato KRR (“Introducing”, compilation dalla quale vi abbiamo fatto sentire in premiere “Breathe You” di IYU), oggi possiamo finalmente presentarvi “The Smoky Vibes”, secondo beat tape curato dalla label nostrana, disponibile in ascolto integrale ed all’acquisto via Bandcamp (cliccate QUI o sul player qui sotto).

Le tredici tracce che vanno a comporre la compilation sono davvero tanta, tantissima roba: dai nostrani Lester, Nowhere (ricordate “Groove Marauders”, il suo ultimo beat tape in compagnia di Saito?), Bluørangee, Alsogood (conoscenza di lunghissima data da queste parti, qualità sempre altissima) e Tweetto (senza poi dimenticare il padrone di casa DayKoda, qui presente con i suoi due side projects Mycatisflying e Eyewash) ai talenti stranieri già affermati (dal sopracitato IYU a Senoy, producer di casa Project Mooncircle) o vere e proprie sorprese (come l’australiano Oxcyde e l’inglese Drkmnd, giusto per citarne due), il contenuto di questo “The Smoky Vibes” risulta essere davvero ricco di stile e di gusto, adatto sia per i neofiti -in crescita numericamente esponenziale, complice l’avvento di internet- che per gli amanti di lungo corso del genere, cresciuti a pane e J Dilla.

Insomma, noi ve l’abbiamo già detto e continuiamo a ripetervelo: Kindly Rewind è una di quelle realtà in crescita da tenere seriamente sotto la lente d’ingrandimento. Poi non veniteci a dire che non vi avevamo avvisato eh… #enjoythebar