Fuori il nuovo EP di TSVI su Nervous Horizon

Persino il panorama della musica elettronica italiana è vittima della fuga di cervelli, e il caso della Nervous Horizon ne è la prova lampante. 

Nel petto della NH batte un cuore tutto italiano, anzi due cuori, quelli dei produttori Wallwork e TSVI che hanno stabilito il quartier generale della label fra i warehouse di Hackney Wick nel nord est di Londra, affermandosi negli ultimi anni come una delle etichette in grado di produrre alcune delle migliori release di bass music in circolazione.

La voglia di spingere il suono verso direzioni inesplorate si sposa con un’attitudine che guarda dritta al dancefloor, senza lasciarsi spaventare dai confini dei generi: kuduro, Uk Funky, bubbling e techno si mischiano nel calderone sonoro di Nervous Horizon.

Terzo EP di TSVI a uscire via Nervous Horizon e prima release del 2018 per la label londinese, Rambo EP, pubblicato il 26 gennaio, suona come una naturale estensione del suo predecessore Sacred Drums del 2016. Le sei tracce contenute al suo interno comprendono due featuring, uno con il lituano DJ JM e l’altro con il fedele Wallwork, ed un remix firmato da Luru, altro affiliato della Nervous Horizon, che colora di grime l’opening track Pull Up .

Il tono della produzione è scarno e focalizzato intorno all’elemento percussivo, con riferimenti a gqom e kuduro (Pull Up, Funky T). Jaguar, prodotta a quattro mani con Wallwork, spicca sicuramente sulle altre tracce: una struttura dritta ma al contempo disorientante, una cavalcata aliena fredda e piena di vuoti nella quale si mescolano techno, trance e kuduro, creando un claustrofobico senso di pressione. 

Se siete fan di Nervous Horizon, e non avete modo di andare a Londra in tempi brevi, non perdetevi il label takeover del 17 febbraio al Lumiere di Pisa. #enjoythebar