Dal Dimensions al Fuck Normality Festival: conosciamo i RuDan aka Dan Mela e Okee Ru

RuDan-A

Uno degli aspetti che ci piace del Fuck Normality è il fatto di accostare ai suoi ospiti internazionali delle vere e proprie perle locali che rappresentano il territorio fuori dai propri confini. Per questo non poteva mancare nella line up di questo evento un progetto che in un anno ha raggiunto una fama non trascurabile tanto da poterlo considerare un vero e proprio fenomeno, specialmente per le ragioni che ruotano intorno alla sua nascita. Stiamo parlando di RuDan aka Dan Mela e Okee Ru.

Dan e Okee sono due dj e produttori che affondano le loro radici nel Salento. Non sono coetanei, anzi, tra i due c’è una notevole differenza di età, ma questo nella loro “fusione” è un grandissimo punto di forza. Presi singolarmente sono già due dispensatori di buone vibrazioni ricche di gusto e qualità e nelle loro selezioni traspare un background individuale costruito su esperienze diverse che però si incastra perfettamente.

Dan Mela ha alle spalle una serie di collaborazioni notevoli che l’hanno visto anche affiancarsi a grandi musicisti  jazz fino ad arrivare ad esibirsi al Blue Note. Collezionista di vinili (quintali di vinili! si racconta che trasferendosi da Modena in Salento abbia dovuto affittare un TIR neppure tanto piccolo n.d.r.), fondatore della What ever Not Records insieme a Dodi Palese, resta sin da subito colpito da Okee Ru, con il quale ha più volte condiviso la consolle in vari eventi. Okee Ru da parte sua è un cultore di musica molto sensibile, attivissimo tra eventi e festival importanti anche a livello internazionale, nonché definito ormai da diverso tempo una delle promesse più interessanti della scuderia made in Salento.

Dan e Okee iniziano a collaborare grazie ad “Adults only +25” , party di cui sono fondatori rigorosamente a ingresso limitato agli over 25 con una particolare propensione alla musica per cultori, bella da ballare e anche da ascoltare bevendo un drink in totale clima di relax. Luca Trevisi, Daniele Baldelli, Tama Sumo, Lakuti, Red GregSadar Bahar sono solo alcuni dei nomi che i due accompagnano nelle notti firmate AO+25. È però il 2016 l’anno della svolta: nasce infatti dalla loro sinergia Rudan, un progetto talmente puro e spontaneo che a raccontarlo non posso trattenere il sorriso.

Okee Ru più volte propone a Dan di preparare un mixtape per il contest del Dimensions festival. Impegnato in alcune produzioni e serate, Dan non prende molto sul serio questa proposta. Il tempo scorre come si avvicina il termine ultimo per la consegna dei lavori. Alla fine i due si trovano in studio il giorno precedente alla data di scadenza del contest: in maniera friendly e senza impegno, decidono di mettersi a suonare in B2B per confezionare questo lavoro. Tanto valeva provare, insomma. Passa il tempo, nessuna risposta, quasi ci si dimentica di aver partecipato a questo contest. Le parole di Dan Mela sono state:

“…un pomeriggio ho cominciato a ricevere una serie di notifiche via email e delle condivisioni su alcuni social in cui venivamo menzionati, le visualizzazioni degli ascolti su mixcloud del mixtape erano salite vorticosamente. Non ci eravamo dimenticati del contest, in realtà non immaginavamo di avere possibilità di vincere dato l’altissimo numero di partecipanti da ogni parte del mondo, motivo per cui lo stesso staff del Dimensions aveva inviato più volte delle mail a tutti i partecipanti scusandosi per non aver decretato ancora il vincitore, troppi lavori di qualità dicevano. Noi quindi abbiamo continuato a lavorare sulle nostre cose, anche perché con l‘Adults only+25 in esplosione avevamo i nostri buoni impegni. Ma tutte quelle condivisioni e quelle notifiche ad un certo punto mi hanno fatto incuriosire e aprendo la mail ufficiale che avevamo creato per il progetto RuDan, con la bocca aperta e dopo aver letto e riletto più volte per essere sicuro di quello che avevo appreso, ho capito che ce l’avevamo fatta e che il nostro mix era stato premiato dal Dimensions regalandoci la possibilità di recarci in Croazia a suonare. Non ti dico quanto sia stato assurdo, in preda alla gioia e alla soddisfazione, riuscire a contattare Okee. Lui beato era al mare a mollo e non sentiva le mie innumerevoli chiamate…alla fine ho deciso simpaticamente di comunicargli la vittoria pubblicamente sulla bacheca di facebook, così che chiunque l’avesse visto in quel momento potesse comunicarglielo. Ed ero veramente felice perché è stato merito suo se abbiamo potuto collezionare questa fantastica esperienza dando vita a RuDan. Come sono felice di aver incontrato un compagno come lui. La distanza generazionale è il nostro punto di forza. Dalla mia sicuramente ci metto tutta la mia esperienza e stabilità musicale, lui dalla sua ha talmente tanta freschezza e curiosità da riuscire a completarci in modo perfetto.”

Ad un anno da questa esperienza che li ha visti volare in Croazia a suonare in uno dei più importanti festival di Musica elettronica, i Rudan festeggeranno la nascita del loro progetto di nuovo al Dimensions, questa volta come veri e propri membri dell’incredibile line up che anche quest’anno il festival croato ha saputo mettere in piedi. Per tutti quelli che volessero festeggiare con loro i traguardi di un progetto di spessore dall’animo genuino di due veri cultori della dancefloor, l’appuntamento è il 14 Agosto al Fuck Normality, altrimenti se sarete tra i fortunati che voleranno al Dimensions, sappiate che sono pronti e carichi più che mai! #Enjoythebar