Laurel Halo torna sulla Hyperdub

Dopo una breve pausa su Honest Jon’s Records, label che aveva pubblicato l’album In Situ del 2015, Laurel Halo torna sulla Hyperdub, già casa dei precedenti LP Chance of Rain del 2013 e Quarantine del 2012.

Il 23 Giungo è la data in cui vedrà la luce il nuovo lavoro della produttrice americana, Dust, album registrato a partire dal Gennaio 2015 negli spazi dell’EMPAC (Experimental Media And Performing Arts Center) di Troy, New York. A contribuire alla produzione, anche il percussionista Eli Kessler e la cantante e produttrice Lafawndah, insieme a tanti altri ospiti, inclusi la cantautrice avant-pop Julia Holter ed il musicista sperimentale Craig Clouse, ex membro degli Shit and Shine.

Con Dust, Laurel Halo abbandona i territori più profondi della sperimentazione fatta di basse frequenze ed elettronica astratta per tornare al songwriting e a strutture di forma-canzone più tradizionali, incorporando elementi RnB e tropical house (ben udibili nel primo singolo estratto dall’album, Jelly, con i vocals di KleinLafawndah) che nel mondo di Halo acquistano un sapore di psichedelica digitale ricca di soul.

 

Dust Tracklist:

01. ‘Sun to Solar’
02. ‘Jelly’
03. ‘Koinos’
04. ‘Arschkriecher’
05. ‘Moontalk’
06. ‘Nicht Ohne Risiko’
07. ‘Who Won?’
08. ‘Like An L’
09. ‘Syzygy’
10. ‘Do U Ever Happen’
11. ‘Buh-Bye’