Living Room #5: Vakula & Kez YM, Project Pablo, Dukwa, DJ Fett Burger

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

E mentre il sole si fa vedere un po’ più spesso in quel di Berlino, è arrivata l’ora dell’appuntamento numero #5 di Living Room: si salvi chi può…

 

Vakula, Kez YM – Attack The Soundsystem [Soundofspeed Records, 27 Febbraio 2017]

Vakula e Kez YM uniscono le forze (anche se l’ucraino ne mette qualcuna in più, fornendo 3 tracce su 4) per questo nuovo EP sulla giapponese Soundofspeed, in cui l’eleganza regna indiscutibilmente sovrana. Curiosità: “Track Two” è un edit di “When Will The Day Come”, brano del 1978 contenuto nell’album “Everything You See Is Me” di Rasa.

Project Pablo – Scented Trip [Spring Theory, 17 Marzo 2017]

Sicurezza Project Pablo che su questo EP fa un po’ il Dottor Jekyll e Mr. Hyde della situazione. La pozione la si beve mentre si passa da un lato all’altro del disco, dal suono educato e melodico della facciata A (“Forgetful Dance” meravigliosa) a quello un pizzico più cattivo delle tracce B-side.

Ilija Rudman – Trigonometry EP [Imogen Recordings, 3 Marzo 2017]

Gioca in casa il croato Ilija Rudman. “Trigonometry EP” ha un sapore estivo e sensuale, un interessante punto di incontro tra atmosfere space-disco ’80 e house dei primi ’90.

DJ Fett Burger – Pub 18 / 411 Esperanza [Freakout Cult, 2 Febbraio 2017]

Me lo sono perso appena uscito e ciò mi è valso un bel “Out Of Stock” sbattuto in faccia. Sono certo che avrò la mia rivincita prima o poi, nella speranza che i gli strozzini su Discogs non prendano il sopravvento. Ad ogni modo, amore al primo ascolto con entrambe le tracce capaci di spaccare il dancefloor a metà.

Folamour, Parviz – Alerte à Babylone EP [FHUO Records, 1 Febbraio 2017]

Bomberissimi Folamour e Parviz, 100% di efficacia realizzativa: questo EP è una vittoria a mani in basse, 4-0 in casa con una doppietta ciascuno, niente pallone del match ma un bell’otto in pagella sulla Gazza.

VV.AA. – Whytenumbers 002 [Whyte Numbers, 22 Febbraio 2017]

Ben assortito questo secondo various artists uscito su Whyte Numbers, sub-label della Blaq Numbers. Minimo comun denominatore è ovviamente l’House Music, in un’accezione sempre più – passatemi il termine – “moderna”, il cui suono è ormai radicato nel panorama elettronico odierno. Klinke Auf Cinch (A1) e Unkown_Bruvaz (B2) nel cuore.

Ricardo Miranda/Reekee – Riccardo vs Ricardo // Italia To Chicago [Roots Underground, 2 Maggio 2017]

Tra Ricardo Miranda e Riccardo Masi ci sono migliaia di km di distanza e una “c” a far la differenza, ma a unirli ci sono il talento e la classe. E se il primo si è avvalso della collaborazione di un certo (e caro) Glenn Underground al piano, il secondo ha potuto contare sulla delicata voce di Francesca Sortino e il sax di Manuel Caliumi. Un lato ciasciuno e l’asse Chicago-Castellarano appare solido, soprattutto quando il solco è quello di Smooth Flight (A2) e Phrases (B2).

VV.AA. – Habemus Paname Vol. II [Pont Neuf Records, 23 Febbraio 2017]

Un altro vv.aa. in questa nuova puntata di Living Room e, visto il nome, è proprio il caso di dire che è un 2×12” divino.
Mea culpa per essermi perso il primo nel 2015, questo non me lo sono fatto scappare. E se non lo compri, dritto a confessarti: forse ti salvi con 4 Padre Nostro e 5 Ave Maria ma la collezione piange lo stesso.

Dukwa – Shattered In A Thousand Pieces [Numbers, 24 Marzo 2017]

Marco D’Aquino era sparito un po’ dai radar ma torna con un EP-debutto sulla scozzese Numbers. “Thoughts” e soprattutto “Fries Friends” hanno le sembianze di tool dal sapore Soundstream e ho personalmente il sentore che la prima sarà strasuonata nei prossimi mesi. Giri lato e “Illusory Dreams” e “Lazy” danno rispettivamente sfogo alle voglie più techno (prima) e da beatmaker (dopo) che hanno contraddistinto il percorso musicale del ragazzo toscano e che sono parte integrante del suo background.

Klaus Benedek – Consequences [forTunea, 10 Marzo 2017]

Scelta, questa, che a chi  mi conosce potrà sembrare strana ma “The One” (A1) e “The Rays Of Your Arms Pierce The Mist” (B2) sono tanta roba, super emotional…basta questo.

BONUS: Paxton Fettel – Nothing Stays The Same [Greta Cottage Workshop, 2 Marzo 2017]

Scopro solo ora questo artista fantastico e mi chiedo dove diavolo fossi quando rilasciava vari EP e il suo primo album – sempre su Greta Cottage Workshop – nel corso degli ultimi anni. La Danimarca sarà pure fredda ma Paxton Fettel ha il cuore caldo, caldissimo, e la sua musica ne è la prova lampante.