Supermarket e vinili, Sainsbury lancia la propria etichetta discografica!

sainsbury-vinyl

I vinili nei supermarket? Non una novità in Regno Unito. Ricordate? Fu Tesco nel 2015 a “dettare la linea” e cavalcare il “trend” del ritorno in auge del disco nero annunciando l’inserimento nel proprio listino anche di diverse releases in vinile (come annunciava tempestivamente all’epoca NME, peraltro). Il passo però che si prepara a compiere nelle prossime settimane Sainsbury rappresenta qualcosa di più, l’evoluzione della specie in un certo senso. Perché? Perché eventualmente non contenta dei ricavi ottenuti dalla vendita dei vinili (iniziata nel Marzo 2016 e che conta per ora nel 2017 già 120.000 unità vendute, rappresentanti di fatto il 5% del mercato vinile complessivo del Regno Unito), la catena di supermarket made in UK si prepara a lanciare nelle prossime settimane la propria etichetta discografica. Non solo, ma le prime due uscite sarebbero già pronte per essere distribuite e vendute in oltre 168 punti vendita sparsi in tutto il Regno Unito.

L’etichetta, che prenderà il nome di Own Label – in onore della linea di prodotti “in store” lanciata negli anni 1970 (dalla quale prende spunto anche la parte grafica delle releases, con gli artworks minimalisti direttamente ispirati a concept grafici dell’epoca) – sarà gestita e condotta in collaborazione con Universal e Warner Music e vedrà come primo curatore protagonista il tastierista di St. Etienne Bob Stanley, che ha scelto le tracce che andranno a comporre le prime due releases della label firmata Sainsbury, ovvero le raccolte di classici “Coming Into Los Angeles – A taste of West Coast” e “Hi-Fidelity – A taste of stereo sound”.

È lo stesso Stanley a spiegare le ragioni “romantiche” della scelta, intervistato dalla BBC:

“The heft of a vinyl album, the weight of it in your hands, and the impact of the artwork are all something that CDs and cassettes can’t compete with.”

Altre compilation firmate Sainsbury e Own Label sono già in coda di pubblicazione, qui di sotto però vi facciamo vedere le tracklist delle prime due uscite curate e distribuite dalla catena di supermercati inglese. #Enjoythebar

 

Coming Into Los Angeles – A Taste of West Coast

1. The Mamas & The Papas – Dedicated To The One I Love
2. Love – Andmoreagain
3. The Monkees – As We Go Along
4. Buffalo Springfield – The Hour Of Not Quite Rain
5. Tim Buckley – Song To The Siren
6. Judee Sill – The Kiss
7. The Byrds – Full Circle
8. Flying Burrito Brothers – Wild Horses
9. Arlo Guthrie – Coming Into Los Angeles
10. Linda Perhacs – Chimacum Rain
11. Fleetwood Mac – You Make Loving Fun
12. America – Ventura Highway
13. Little Feat – Long Distance Love
14. Linda Ronstadt – Desperado
15. Michelle Phillips – The Aching Kind
16. Rickie Lee Jones – Chuck Es In Love
17. Doobie Brothers – What A Fool Believes
18. Nicolette Larson – Lotta Love
19. JD Souther – Faithless Love
20. Gene Clark – Lady of the North

 

Hi Fidelity – A Taste of Stereo Sound

1. Mike Oldfield – Tubular Bells
2. Yes – Wonderous Stories
3. Moody Blues – Question
4. Roxy Music – Avalon
5. Tangerine Dream – Sequence C
6. Cat Stevens – Morning Has Broken
7. Al Stewart – Year Of The Cat
8. Andrew Gold – Lonely Boy
9. John Martyn – Solid Air
10. Elton John – Song For Guy
11. Van Der Graaf – Generator Theme 1
12. Bryan Ferry – This Is Tomorrow
13. Joe Walsh – Lifes Been Good
14. Mike Deville – Spanish Stroll
15. Todd Rundgren – I Saw The Light
16. 10CC – I’m Not In Love
17. Commodores – Easy
18. Gallagher and Lyle – Showdown
19. Giorgio Moroder – Chase
20. Brian Eno Another – Green World